Dialogo tra due produttori piemontesi di vino naturale di fronte ad una fiera convenzionale

La foto è tratta da medium.com

Aufrej: “Dit parèj a peul smijé brut, ma cula fera parëssa üna sbërnùfia!”

Bartromé: “Qual?”

Aufrej: “Cula là, cula cunvensiunal!”

Aufrej: “detto così può sembrare brutto, ma quella fiera pare una una donna sofisticata e sprezzante!

Bartromé: “Quale?”

Aufrej: “Quella là, quella convenzionale!”

Annunci

Dialoghetto tra un produttore di vino convenzionale e uno naturale

Di Eugène Delacroix – See below., Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=395482

Un giorno un produttore di vini convenzionali, mentre stava passeggiando con un produttore di vini naturali lungo il viale del tramonto, d’improvviso disse al suo compare: “Amico mio, credo che siamo d’accordo”. L’altro, intimorito da quell’affermazione così perentoria, non proferì parola.

Col campo aperto, il produttore di vini convenzionali partì all’attacco: “Non sei d’accordo che il vino sia esclusivamente la bevanda risultante dalla fermentazione alcolica totale o parziale dell’uva fresca, pigiata o meno, o del mosto d’uva?”

E il naturista: “No, non sono molto d’accordo! Sai dipende dall’uva, da come fermenta….” – rispose leggermente balbettando.

“Non sei d’accordo, allora, che il Disciplinare, il vero Disciplinare, debba riunire tanto i biodinamici, quanto i biologici che i convenzionali al par mio?”

“No, non posso essere d’accordo: non me ne sarei andato se lo fossi stato”.

“Non sei d’accordo che il vero vignaiolo è quello che vuole il bene del consumatore finale?”

E l’altro: “Sì, forse, ma con riserva. Abbiamo un’idea diversa del bene”.

“Non sei d’accordo, dunque, che il vero Vino sia il Vino vero?”

“Certamente che sono d’accordo”.

“Allora” – fece il produttore convenzionale – “visto che siamo d’accordo, ceniamo insieme!”

E così fecero e, siccome il produttore convenzionale non si era offeso e al produttore di vini naturali spiaceva l’eventualità di averlo offeso, il produttore convenzionale quella sera si abbuffò e il produttore di vini naturali insistette per pagare il conto.

(Da “Il cristiano e il cattolico” di Fernando Pessoa, liberamente arrangiato e re-interpretato da me medesimo)